OBIETTIVI

marino_web_long2

La tecnica della stop motion, detta anche stop frame, è la base della realizzazione di qualunque forma di animazione. Si basa sull’assunto per il quale, poste una serie di immagini in sequenza, se mostrate ad una certa velocità il cervello umano non è più in grado di distinguerle quali singole figure ferme ma come un unica figura in movimento. Il numero minimo di immagini necessarie ad ottenere questo effetto è 24 per secondo, a tale velocità è impercettibile lo scatto da una figura (frame) all’altra. Per rendere un effetto comunque di movimento sono sufficienti 6/9 fotogrammi per secondo, un numero che rende possibile realizzare cortometraggi di alcuni minuti anche in ambienti non professionali.

Al di là delle competenze tipiche sviluppate nel lavoro sul racconto (distinzione tra ambienti e personaggi, suddivisione della storia in scene, caratterizzazione dei personaggi e interpretazione creativa di una tematica),la tecnica utilizzata combina una serie di obiettivi specifici tra i quali: sviluppo della manualità e della precisione, capacità di lavorare in gruppo e seguire un progetto in tutte le sue fasi di realizzazione per un tempo mediamente lungo, gestione creativa di materiali di recupero, competenze logiche e spaziali, approccio a mezzi tecnici specifici dell’ambito fotografico e di terminologia specifica dell’ambito cinematografico.

marino_web_long5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...